COMMENTI

Quindicesima di campionato, trasferta nella "buca" della Olimpia Poliri Firenze. Buono l'inizio del primo set, le due squadre si equivalgono nel gioco, ma piano piano riusciamo a rosicchiare un leggero vantaggio fino al 16-19. Qui però subiamo un brutto passaggio a vuoto e ci troviamo sotto 22-19. Servono due time out per uscirne e riuscire a pareggiare e poi chiudere il set 25-27 con una buona reazione di squadra. 

Il secondo set si conferma la nostra bestia nera con la solita non-partenza: 8-1 e 13-5 i primi parziali, dove i nostri punti sono frutto di errori in battuta dell'Olimpia. Dopo il secondo time out ci svegliamo e giochiamo alla pari, ma senza riuscire a recuperare punti e si chiude 25-18.

Nel terzo set si alzano i ritmi di gioco, da 3 a 0 per noi a 3-3, da 6 a 3 per noi a 6-6, da 11 a 7 per noi a 12-11 per loro fino al 18-15 sempre per loro. Qui il fondamentale strappo delle padroni di casa che porta il punteggio sul 22-17. 5 punti dietro e addio al set, perché da qui in avanti giochiamo molto bene ma non riusciamo a recuperare interamente lo svantaggio; 25-23 il finale di set.

Si comincia il quarto set di nuovo sotto 5 a 0. Qui il cambio, col debutto stagionale di Martina, rientrata in Italia dopo 5 mesi di Erasmus, che con il suo entusiasmo e la sua determinazione dá una bella svegliata alle compagne, e anche se resta in campo per pochi punti (aspettando la condizione fisica ottimale) alza notevolmente il nostro umore e il nostro gioco da qui a fine gara. Si recupera lo svantaggio iniziale e si passa in vantaggio 11-12. Le padroni di casa non ci stanno e ottengono il contro sorpasso: 16-14. Ma si gioca molto bene, e con una buona serie di attacchi pesanti si ottiene lo strappo che ci porta 20-23, stavolta sono loro che non riescono a ricucire: 22-25. Si va al quinto.

Ottimo inizio set, 1-4 per noi, ma le ragazze di casa ci mettono sotto pressione e arrivano al cambio campo in vantaggio 8-7. Da qui la partita prosegue punto punto, commettiamo sì ancora qualche errore, ma mettiamo a terra punti pesanti, 10-10, 11-11, 12-12. Un paio di errori delle avversarie (ora sono loro sotto pressione) ci porta al doppio match point (12-14). Qui l'ennesimo gesto di stizza dell'allenatore avversario (già sanzionato precedentemente con un giallo e un rosso) ottiene la comprensibile reazione verbale di Mister Capecchi, per l'arbitro non ci sono dubbi: doppia espulsione per i due allenatori. 

Si torna in campo e il primo tentativo di chiudere il match finisce nella rete. Non il secondo, e sul 13-15 chiudiamo un'interminabile e intensa partita. 

Da menzionare i 23 punti (di cui 3 ace) di Matilde (che non ha nemmeno giocato tutta la partita a causa di malanni stagionali che in settimana non le avevano permesso di allenarsi), e i 20 (1 ace) di Dora, fondamentale anche in ricezione e difesa; i 4 punti diretti di Marta, grintosa e convincente come sempre. 9 punti Eleonora P., 5 punti Capitan Camilla, 4 punti Diletta con una buona prova anche in copertura a muro, 4 punti di Noe, che questa stagione ha dovuto reinventarsi centrale, e sta cominciando a raccogliere i frutti dell'impegno messo in allenamento. Percentuali più che positive in ricezione e difesa per Anna. Ottimo lavoro anche di Eleonora M. e Beatrice, che pur avendo avuto per ora poche occasioni in partita, si impegnano sempre al massimo. In attesa di recuperare al più presto le infortunate Virginia e Silvia (che anche stasera hanno seguito la loro squadra ed erano in tribuna soffrire con noi) ed Erika, arrivata a metà stagione per coprire le assenze forzate e infortunatasi a sua volta durante la scorsa partita. Che dire di Laura, che ha schiodato dal muro le ginocchiere appese a fine stagione scorsa perché non poteva mollare la sua squadra in difficoltà di organico, e nonostante turni di lavoro proibitivi appena può è lì in palestra a lottare su ogni pallone. Brave ragazze, siete un bel gruppo e state lavorando molto bene, andiamo avanti e Forza Viaccia!






Seconda sconfitta casalinga consecutiva per la nostra Prima Divisione. Partita non giocata nemmeno troppo male in realtà, ma zero punti in casa in un derby molto sentito come quello di stasera sono davvero troppo pochi. Soprattutto considerando che in tutti e quattro i set siamo stati in vantaggio nel punteggio. Anche solo di un punto magari, ma eravamo davanti: (25-24 e 26-25 nel primo set in rimonta poi perso 28-26; 16-15 nel secondo set in cui abbiamo davvero sbagliato tanto soprattutto nel finale; dominato il terzo periodo dopo le 13 battute consecutive che ci hanno portato in vantaggio 18-5; e nel quarto siamo stati davanti tutto il set anche di 3 punti fino al 18-17, per poi andare a perdere 23-25). A tratti una gran bella partita giocata intensamente da tutte e due le squadre. Ma dobbiamo fare qualcosa in più. 

Bisogna riuscire a giocare più tranquillamente nei momenti importanti: ora come ora è questo il nostro problema. Spesso perdiamo nei momenti finali del set, al di là degli episodi anche sfortunati che possono sempre capitare.

Quindi ragazze, fiducia nei vostri mezzi e Forza Viaccia!



Sconfitta casalinga nella tredicesima di campionato che vedeva la nostra Prima Divisione affrontare la Sorms di San Mauro a Signa. Le nostre avversarie ci mettono in difficoltà fin dai primi punti del primo set, sfruttando la nostra abitudine ad entrare troppo lentamente nel match. Ma nonostante questo riusciamo a recuperare quasi tutto lo svantaggio arrivando al 16-18. Poi però qualche errore di troppo, la Sorms che davvero difende ogni pallone e contrattacca sempre molto efficacemente (resterà costante su questi alti livelli per tutta la partita), ci fa innervosire. Sorms che allunga di nuovo e chiude 20-25.

Il secondo è set giocato ad alto livello da tutte e due le squadre. Buono il nostro inizio fino al 9-6. Poi quattro errori di fila, davvero evitabili, ci fanno staccare di due punti (10-12). Di nuovo giochiamo bene e variando bene i nostri attacchi ritorniamo avanti di due (15-13). Ma davvero fatichiamo a mettere in terra la palla, ogni punto lo otteniamo dopo aver fatto almeno due/tre schiacciate, a volte anche di più. Poi qualche grave errore, un paio di chiamate dubbie, e dei salvataggi davvero incredibili delle brave ragazze di Signa ci fa di nuovo giocare con troppo nervosismo, e ci ritroviamo sotto 17-20. Questi sono attualmente i nostri limiti. Dobbiamo riuscire a giocare con più tranquillità nei momenti difficili. Riusciamo comunque a pareggiare 21-21 e poi 22-22. Qui un mani-fuori, un attacco lungo di pochi centimetri in uno scambio lunghissimo in cui succede un po' di tutto, e un brutto errore in difesa consegnano il secondo set (e scopriremo poi, anche la partita) nelle mani delle avversarie. 

Nel terzo ci siamo con la testa solo nei tre punti (3-0 per noi), poi primo time out chiamato sul 3-6, secondo time out chiamato sul 3-12. In pratica finisce qui. Vani i tentativi di cambiare qualcosa in campo cambiando giocatrici. Purtroppo quando la squadra molla lo fa in maniera totale e perdiamo il terzo set col netto punteggio di 16-25.

Una partita che di nuovo ci dimostra come sia importante lottare con tutte le forze su ogni pallone ma allo stesso tempo mantenere quella lucidità che oggi ci è mancata. Due settimane per resettare e cominciare il girone di ritorno nel migliore dei modi. Forza ragazze, forza Viaccia!





1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 »